martedì 8 dicembre 2015

C'è MissBake a Bologna, per i dolci anglosassoni come piacciono a me.


È stato un ponte molto lento, quello appena trascorso… l’avevo detto su Instagram che mi sarei riposata, che non avrei fatto nulla di speciale se non leggere davanti al camino, preparare biscotti, stare con lui. 
E così è stato, fino a ieri sera... un weekend lungo e totalmente ovattato. 
Fino a ieri mattina, quando mi sono ricordata che sarei dovuta andare a prendere mio fratello a Bologna in aeroporto di ritorno da Madrid, e ho approfittato per un giretto in centro ai Mercatini Francesi in Piazza Minghetti e una visita alla cara Stefania, che da poco ha aperto MissBake, proprio vicinissimo a Piazza Maggiore.


 



Quando penso a  di quartiere, di quelle inglesi in cui andare la domenica mattina per una fettina di torta e una dose illimitata di caffè americano, di quelle con le vetrate trasparenti da cui puoi scorgere un barbiere vintage dall’altro lato della strada, penso a qualcosa di piccolo e minimal come MissBake. 
Missbake è piccino piccino, o almeno.. la parte destinata alle persone è piccola, mentre il laboratorio a vista proprio lì dietro è enorme. Come in tutte le cose piccole però, ci sono quei tre o quattro elementi fondamentali che subito ti fanno sentire al tuo posto. 
Le torte, quel colore azzurroverde danese davanti al quale spesso sbrodoliamo nelle cucine delle instagramers di Stoccolma, il legno, e le opere in fil di ferro di Chizu Kobayashi.



Missbake nasce dal progetto imprenditoriale di Stefania Vergnani, che dal 2011 (anno in cui per stranissime e surreali coincidenze ci siamo conosciute) ne ha fatta di strada…per finire poi l’inverno scorso a Londra direttamente da Miss Peggy Porschen, per un corso al Cordon Bleu. Di Stefania ho sempre amato due dolci: i cupcakes con il salidou e la focaccia belga dolce, una sorta di “spianata” alla romagnola con olio d'oliva ma con la crosticina croccante di zucchero di canna. 

(nel piattino: Missbake Lemon Meringue Pie, Torta di grano saraceno e nocciole con confettura di mirtilli rossi e ganeau allo zabaione, cake con ganeau ai fiori d'arancio e cranberries.
Ganeau è la ganache speciale di MissBake con il marchio depositato, senza panna)

Ieri invece, ho provato un tris di torte (tutte le torte vanno a peso, ne potete prendere anche un assaggio di tutte) e un piccolo assaggio di Cheesecake al caffè con base di pistacchio, deliziosa!Ho come l’impressione che MissBake seguirà il ritmo metropolitano e lavorativo della città.. è infatti possibile anche prendere da asporto per il pranzo zuppe, ricotte cunzate, e gallettes bretonnes… e le ricotte cunzate sono una cosa che non ne avete un’idea.
E se non ci siete vicino per pranzo, sono sicura che qualsiasi ragazza capitolerà ai vostri piedi la sera se le portate a casa una Red Velvet o dei brownies, ma anche un classico panone bolognese rivisitato alla maniera di Stefania :)

Via Marsili 1/c, Bologna

2 commenti:

flavia galasso ha detto...

Se passo dal centro ci vado!

Francy BurroeZucchero ha detto...

Pure io! Brava Frison e grande Stefania!!