martedì 30 settembre 2014

Sol y Mar a Riccione, il bistrot ristorantino sulla spiaggia che vorrei avere io.






 primo piatto di Spaghettoni del Pastificio Mancini in acqua di olive con pomodorini passiti, colatura e alici affumicate, la lampada della ceramista Ramina, sempre belle, e come antipasto sotto fiori di zucca ai gamberi e ricotta su passatina di pomodoro fresco e pinoli

Succede così che Sabato mi viene a trovare l'amica hippie scoppiata Elena per passare insieme due giorni e fare tutti i nostri giri da esaurite per la città. 
E quando dico giri da esaurite intendo quelle cose da fissate tipo andare alla scoperta di 10 locali all'ora/guardare dettagli/commentare stile/bustine di zucchero/impiattamento/servizio
Una di quelle cose che o sei come noi -e non te lo auguro- oppure uscire con persone come noi può rivelarsi da camicione di forza.
Tralascio tutte le delucidazioni del caso riguardanti la scelta del dove andiamo per pranzo/ cosa ordiniamo e la faccio breve, abbiamo avuto la grande fortuna di trovare l'ultimo posticino per due al Sol Y Mar
Cosa che la domenica a pranzo vista la giornata meravigliosa e la sua posizione proprio sul mare è stato veramente un caso raro.


















Al costo di tre euro la mise en place che comprende pane alle noci delizioso, panini al burro e cereali, spianatina al rosmarino e sale grosso, tutto molto francese. Vi verrà inoltre servito aperitivo di benvenuto e come dessert incluso nella mise en place ci sono queste due cocottine di creme brulèe alla vaniglia

Il Ristorantino sulla spiaggia Sol y Mar si trova sul lungomare di Riccione, in un angolino della spiaggia libera là dove ci sono le colonie abbandonate, ed è decisamente nascosto. 
E da qui è nata con Elena una riflessione sul fatto che questo ristorantino che unisce tantissimi stili e un'eleganza unica, potrebbe realmente da solo riqualificare tutta la zona, che invece è lasciata un po' abbandonata a sè, con le colonie dai vetri rotti dal 1980.
Sono a conoscenza della sua esistenza da più o meno secoli, ma, complice la sua posizione defilata era sempre rimasto lì nella wishlist. 
Abbiamo deciso per quello in quanto Elena è vegana, e dovevamo trovare un locale che soddisfacesse anche le sue esigenze, e nel riminese riccionese la proposta è ancora molto bassa.

Il locale è meraviglioso, tutto bianco e uno stile che a tratti sembra shabby con le gabbiette e i barattoli che contengono messaggi su fogli di carta, e a tratti ti sembra di pranzare in un ristorantino provenzale, con le bottigliette di succhi di frutta e un mazzolino di fiori dentro. 
Appena entrata ho pensato subito che questo è il genere di locale che vorrei avere io, con mia mamma. Molto moltissimo del gusto estetico che ho in tutto l'ho ereditato da lei, e sogno nel cassetto è aprire un giorno qualcosa insieme che unisca tutte le cose che abbiamo visto e ci piacciono.
Se ci capiti in estate e hai la fortuna di poter mangiare nella verandina sul mare, beh... l'esperienza di evasione diventa totale. 


Antipasto di fiori di zucca ai gamberi e ricotta su passatina di pomodoro e pinoli e di sfondo gli strozzapreti al ragù di seitan

Il menù ha tantissime proposte di pesce ma non disdegna nemmeno i vegetariani appunto e i vegani, con proposte dall'antipasto al dolce anche per loro. 
Presente anche un menù bimbo creativo e su misura.
Non abbiamo deciso per l'opzione Menù Creativo anche se sapevo che i Gamberoni alla Greca del Sol y Mar sono decisamente da provare. Tornerò.

Abbiamo invece scelto io come antipasto fiori di zucca ai gamberi e ricotta (13 euro) e lei strozzapreti al ragù di seitan (per me buoni, secondo Elena un po' troppo acquosi) e come primo io Spaghettoni all'acqua d'olive con pomodorini passiti e colatura di alici affumicate (11 euro).
Sia i fiori di zucca che gli spaghettoni erano veramente eccellenti. 
C'è da unirsi a questo una cura nei dettagli nella mise en place attentissima, avrei voluto fermare tutti i camerieri che uscivano con le fritture di pesce o gli antipasti per fotografare ogni singolo piatto.

La proprietaria, Barbara, che quest'anno ha festeggiato i vent'anni di attività insieme al marito (ma il locale è in questa veste solo da quattro anni) si aggira fra i tavoli con la leggiadria di una fatina bon ton, è nel suo locale, nel suo ambiente e tutto intorno rispecchia il suo modo di essere leggero e di classe. 
Unica nota i camerieri non sembrano essere in sintonia con lei, bravi per carità ma non all'altezza di questo ambiente a mio avviso, troppo distratti e non sulla sua stessa lunghezza d'onda. 
Ma questa è una mia impressione.

Nota di merito sull'arredamento le ceramiche di Ramina  Lab, di cui ogni tanto mi capita di parlare in qualche post perchè nel riminese non è infrequente trovare sue creazioni in giro per locali. 
Ceramista molto molto brava, che mi fece scoprire Marina di La Tarte Maison anni fa, e di cui anche io ho qualcosina in casa. 

Sol y Mar
Viale d'Annunzio 190, Riccione
www.ristorantesolymar.it

1 commento:

Ivana Monaco ha detto...

Frisoncella.it....ma quanto mi piace!!!!!