domenica 1 dicembre 2013

#1 Christmas Project: Occhi di bue con confettura di arance amare e noci pecan




Sul perchè abbia deciso di lanciarmi in questa impresa che so già non porterò a termine potremmo parlarne. 
Così come potremmo approfondire le motivazioni che mi spingano, una volta uscita da lavoro -e pertanto dopo esser stata in un laboratorio di pasticceria per otto ore- ad avere ancora voglia di prendere uova farina e creare biscotti. 
Fatto sta che è da un po' di tempo che mi frullava in testa quest'idea, un biscotto al giorno in attesa del Natale.

"Una sorta di calendario dell'Avvento formato forno quindi" - disse qualcuno.
Esattamente.

Avete presente quei calendari per bambini composti da tante finestrelle con dentro un cioccolatino?
Da piccola me li prendevano i miei genitori, ma non ne ho mai rispettato uno. 
In cinque giorni al massimo era bello che finito. 
La pazienza è una virtù da affinare, e io ho sempre fatto molta fatica a rispettare termini, stare entro certi spazi e soprattutto a dedicarmi a un qualcosa con assiduità.
Questa sorta di gioco potrebbe aiutarmi, dedicarmi con costanza e ogni giorno a una preparazione diversa.

C'è poi da aggiungere il non trascurabile fatto che ultimamente alcuni fra i miei migliori amici li vedo veramente poco, complici lavoro e città diverse.

E mi piace sempre lasciare a qualcuno qualche tupperware con dentro dei biscotti, un comfort food trasportabile e che duri anche qualche giorno. 
A qualcuno riempio ogni volta la macchina di biscotti e si ritrova il la macchina disseminata di tupperware di ogni tipo dopo un mese.
Mi da sempre una certa soddisfazione ricevere indietro tupperware vuoti.

Di qualcun altro e altra aspetto paziente il ritorno dall'università una volta ogni tanto, e mi piace lasciare da riportare a Milano qualche biscotto, qualche vasetto di marmellata, per addolcire le giornate.

Credo di essere stata ai tempi dell'università l'unica studentessa che invece di partire da casa e portare via il cibo già pronto, ne portava a casa ogni volta che tornava.
Certo, ho anche avuto la fortuna di lavorare in un ristorante meraviglioso per due anni, e ogni tanto, il Sabato sera, prendevo su qualcosa da mangiare poi la domenica con i miei.
Oppure scoprivo qualcosa in un forno, in una pasticceria, e volevo condividerlo con mia mamma. 
Per cui lo prendevo e lo portavo a casa.
Sono nate in questo modo anche un sacco di ricette, dalla casualità di un momento in cui l'affetto e l'ispirazione si mescolano con i ricordi e il tutto diventa materia e profumi.

Molti biscotti saranno biscotti semplici, un'idea diversa o a cui non avevate mai pensato.
Altri sono state vere e proprie ideazioni, e sono nati così i "Biscotti Lucrezia", piuttosto che i "biscotti che ti ho lasciato quella volta che ti avrei dovuto lasciare della dinamite in macchina, altro che biscotti".
Mi piace pensare ad una collezione di diversi tipi. 
Io per esempio, da operatrice del settore -non mi sento ancora pronta a autodefinirmi pasticcera- ogni volta che vado in altre pasticcerie e vedo un qualcosa che mi piace, me lo segno nelle bozze del telefono, e appena arrivata a casa con una matita lo schizzo su un foglio.
Non è sempre una cosa particolarmente ricercata, magari solo una frolla di una forma particolare con un dettaglio a cui non avevo pensato.
Per cui, diamo il via a questa maratona di biscotti, proviamo a farne 24, e cominciamo ufficialmente il countdown al Natale.

-24

Occhi di bue con confettura di arance amare e noci pecan

Procedimento:

1,5 kg di farina
1kg di burro
500g zucchero
8 tuorli 
15g lievito
10g sale
Marmellata arance amare
Noci pecan

Ingredienti:

Nella planetaria con il il gancio lavorare il burro con lo zucchero e un cucchaino di estratto di vaniglia ( o in alternativa i semini di un bacello).
Aggiungere poi la farina, il lievito e infine i tuorli.
Non appena si sarà amalgamato il tutto formare una palla e lasciar riposare in frigorigero trenta minuti.

Stendere poi la frolla e prendere due stampini circolari della stessa forma ma di misure differenti per creare il buco al centro.
Sovrapporre pertanto a un cerchio intero un altro sovrapposto, e nel buco in mezzo con la sac-a-poche mettere un po' di marmellata di arance.
Disporre in forma circolare le noci pecan, e cuocere in forno a 180° per 13 minuti.

Questi biscotti sono ideali per l'ora del the, inutile dire che le noci pecan conferiscono un tocco veramente eccezionale.
Le ritroveremo molto spesso, ultimamente sono parecchio in fissa :)

3 commenti:

Giulietta | Alterkitchen ha detto...

Bella patatona, anche se non sei da scadenze, io ti seguiró e faró il tifo per questo tuo calendario dell'avvento di biscotti. Io dico che ce la puoi fare.
Ma ce lo dici quanto burro ci va, che te lo sei scordato? Mica sará un segreto da operatrice del settore?!
Un abbraccio

Giulietta | Alterkitchen ha detto...

Bella patatona, anche se non sei da scadenze, io ti seguiró e faró il tifo per questo tuo calendario dell'avvento di biscotti. Io dico che ce la puoi fare.
Ma ce lo dici quanto burro ci va, che te lo sei scordato? Mica sará un segreto da operatrice del settore?!
Un abbraccio

Giulietta | Alterkitchen ha detto...

Bella patatona, anche se non sei da scadenze, io ti seguiró e faró il tifo per questo tuo calendario dell'avvento di biscotti. Io dico che ce la puoi fare.
Ma ce lo dici quanto burro ci va, che te lo sei scordato? Mica sará un segreto da operatrice del settore?!
Un abbraccio