domenica 2 gennaio 2011

ApfelStrudel di inizio anno. e tanti auguri.

primo post di questo nuovo anno che è iniziato meravigliosamente, a partire da un Capodanno molto bello, soprannominato Capodanno 1920-21 in quanto tutti eravamo vestiti in maschera con costumi a tema, dall'aviatore, alle charleston, a Don Vito Corleone all'emigrante tipo con i pantaloni di corda e tutto a seguire...




per poi passare a due giorni che, nella loro fatica sono riusciti comunque a essere tranquilli e sereni...(il primo dell'anno io Luca _più Luca che me in realtà) siamo stati tutto il giorno in casa a pulire dalle 10 del mattino alle 5 del pomeriggio)...soprattutto ogni volta mi rendo conto del Tesoro che ho trovato in Luca, che è un ottimo uomo di casa, e nelle faccede domestiche mi da sempre una grossa grossissima mano, che sia casa mia, sua, casa a Bologna e dovunque. Non è il classico che si mette sul divano e cisentiamoquandofinisci anzi...a Bologna è sempre lui a fare i letti, lavare i piatti...
diciamo che il lavoro sporco glielo lascio volentieri e non brontola nemmeno :)

tutto questo per arrivare a questo Strudel di mele che, dei dolci di Capodanno che dovevamo preparare, non dico fosse il più brigoso ma quasi(anche per quelli siamo rimasti tutto il 31 ai fornelli, per un totale di 36uova utilizzate, 1kg di cioccolato fondente, 1 kg di mascarpone e tante altre cifre da far girare la testa :)
E ovviamente, il lavoraccio di sbucciare le mele una a una per un totale di otto mele e tagliarle a piccole fettine è spettato a lui...
Ora, tutti siamo capaci a fare uno Strudel tantopiù che non mi sono mai data a fare la pasta brisèe da sola ma la compro sempre surgelata, vergogna :)
ma magari non tutti abbiamo gli stessi accorgimenti e questo è il bello dei blog, che anche una ricetta banale come può essere un sughetto al pomodoro tutti e tutti la fanno in modo diverso e l'interscambio che si produce sempre è qualcosa di meraviglioso...anche perchè innanzitutto si può sempre sperimentare e migliorare, magari il proprio cavallo di battaglia come ricetta può avere qualcosa che manca o qualcosa da aggiungere...

alcuni consigli che ormai posso dare dato che io e Luca ormai da settembre a ora avremo sfornato quella ventina di strudel...alcuni perfetti, altri aperti altri con degli errori...
* l'uvetta va messa in ammollo in acqua tiepida da due orette prima, o una...
diciamo che quanto più ci sta meglio è.
* anche le mele sarebbe bene tagliarle con un'oretta di anticipo, per poi mescolarle con cannella e zucchero e un cucchiaino di acqua frizzante (per non farle annerire) e per lasciargli il tempo di amalgamarsi, insaporirsi, e rilasciare quell'acqua che poi non verrà rilasciata sulla pasta brisèe rischiando di romperla.

Ciò detto, tagliare con cura le mele (che qui potete vedere tagliate dalle manine dorate di Luca) e metterle in un piatto fondo con cannella, due cucchiai di zucchero e due cucchiai di acqua frizzante...



nel frattempo accendere il grill nel forno e tostare i pinoli che dall'estate prima avete raccolto dal vostro giardino e dai vostri pini e messo sottovuoto (perchè tutti state male di testa come me e lo fate vero?)



successivamente prendere il disco di pasta sfoglia dal frigo, stenderlo un pò con il mattarello avendo cura di lasciare un pò più spessa la parte centrale onde evitare che si rompa in cottura per il liquido che rilasciano le mele...poi stendere una passata di marmellata (noi abbiamo usato quella mia di Mele Cotogne e noci pecan) ma va benissimo anche quella di albicocche o pesche...
disponete ora sulla pasta sfoglia le mele, i pinoli tostati, l'uvetta (che prima dovete strizzare e passare a una leggera infarinatura) e una manciata di pane integrale grattuggiato come vuole la tradizione trentina.
ma se non l'avete, pòc dàn, come si dice da noi :D



chiudere il disco a mò di busta, avendo cura di fissare bene gli estremi per evitare che si apra in cottura e chiudere i bordi come se fosse un pacco regalo...
Spennellare la superficie con un tuorlo d'uovo sbattuto e un pennello (non sapete quante volte io in assenza del pennello l'abbia fatto col dito ma questo rimanga fra noi) e spolverizzare la superficie con zucchero di canna per far sì che si formi la crosticina in superficie...



poi accendete il forno a 180° e lasciatelo fino a quando sarà cotto e la crosta dorata e croccante...

e ora vi aspettereste la foto del dolce scommetto...
direte, dopo tutto sto smaronamento e queste foto finto-artistiche arriverà la foto finale...
Bene... NON ESISTE.
purtroppo nella foga di preparare tutti i dolci capodanneschi e nel tram-tram di impiattarli, incartarli, disporli in frigo, mi sono dimenticata questo passaggio...
vi lascio la libertà di pensare che sia venuta una sòla, in realtà era buoniSSimo e quindi approfitto per fare i miei COMPLIMENTI a Luca, dato che è completamente opera sua...

e ti ringrazio anche per tutto quello che fai per me ogni giorno, per la tua pazienza e la tua soglia di sopportazione (che deve essere molto alta a quanto pare) e per realizzare sempre e comunque ogni mio desiderio...

a tutti voi invece, Buon Principio.
SHARE:

2 commenti

LaMonia ha detto...

Cavolo Luca è proprio bravo ma non posso lamentarmi anche mio (Paolo) è fantastico e quando devo fare qualcosa in cucina i lavori sporchi - tipo pelare tutte le mele (poveretto) - toccano a lui.
Non ci crederai ma lo strudel non l'ho mai fatto... come l'hai spiegato tu sembra semplicissimo, proverò! Non sapevo del pane integrale... in trentino l'ho ancora mangiato ma non avevo mai sentito questa chicca!
Grazie mille... è un piacere anche per me leggerti!
Monia

LaMonia ha detto...

Cavolo Luca è proprio bravo ma non posso lamentarmi anche mio (Paolo) è fantastico e quando devo fare qualcosa in cucina i lavori sporchi - tipo pelare tutte le mele (poveretto) - toccano a lui.
Non ci crederai ma lo strudel non l'ho mai fatto... come l'hai spiegato tu sembra semplicissimo, proverò! Non sapevo del pane integrale... in trentino l'ho ancora mangiato ma non avevo mai sentito questa chicca!
Grazie mille... è un piacere anche per me leggerti!
Monia

Template Created by pipdig