mercoledì 1 dicembre 2010

Le Pain Quotidien a NY, ma anche a Londra e Parigi

Comincio a sentire l'assenza di fornelli e forno, di poter pasticciare e cucinare in santa pace, con calma, nella mia cucina con tutte le mie cosine belle e colorate...
mi consola solamente il fatto che al mio ritorno avrò talmente tante cosine e aggeggini culinari nuovi che non saprò davvero dove buttarli.
oggi sono stata a Camden town (posto che non è fra le mie mete preferite di Londra) ma del quale apprezzo la multietnicità del cibo da strada, e tutti i colori ad esso connesso.
Ogni volta ci metto un'ora a scegliere cosa voglio da mangiare, se noodles e verdure, se qualcosa di fritto e chissàmaiseècommestibile o se un bel dolce ipercalorico. come varietà di cibi, c'è veramente tutto il desiderabile.
Anyway a Camden Town ho trovato un negozietto (lungo la strada ne avevo trovati altri sette :) che vendeva utensili per cucina e in cui ho comprato tanti cucchiaini strani e bellissimi, per chi non lo sapesse faccio la collezione di cucchiaini :)
anyway non so da dove ero partita, ma non è questo quello di cui volevo parlare.

Bensì di un franchising che dopo il KFC (totalmente differente, ma come non amarlo?) è in assoluto il mio preferito. L'ho scoperto quest'inverno a New York, vicinissimo a Central Park. Come molti di voi sanno ero con due decelebrati di prima classe senza i quali però la vacanza non sarebbe stata la stessa, e quando siamo andati in questo posto, con i suoi tavoloni di legno immensi to share, in cui una giapponesina all'angolo leggeva e un signore anziano meditava sulla vita, e di fronte a noi una mamma stupenda preparava pane ai suoi splendidi bambini, beh, mi sono innamorata di questo posto tanto da essere uno dei più bei ricordi di New York e per un momento ho pensato di sbarazzarmi dei due cavalieri e rifugiarmi qui per scrivere, pensare e riordinare le idee.




come potete vedere la bellezza di questo posto sono -oltre ai meravigliosi panini, pane di tutti i tipi e di tutti i generi, creme di nocciola, praline e cioccolato delizose- oltre a tutto questo che già basterebbe, la bellezza sono questi tavoli,communal tables,dove tu ti siedi e bevi il tuo caffè, con brioche, e pane di ogni tipo.
Ho letto qualcosa frettolosamente perchè ai tempi di ny mi ero documentata...l'ideatore di tutto questo è lo chef belga Alain Coumont, che si è fatto strada cominciando a tre anni e aiutando sua nonna nella preparazione del pane, poi man mano aprendo un locale in belgio, francia e infine new york e tutto il mondo a seguito. Luce soffusa, atmosfera calda e accogliente, tanto cibo esposto, dai dolci alle tartine, e un menu meraviglioso.
Noi siamo stati per colazione due volte a New York e avevamo preso questo cestino con dentro sette o otto fettine di pane (integrale, con i semi, doubleface, tostato e chi più ne ha più ne metta) e burro...insieme a questi ti vengono portati anche tre barattoli di marmellate e tre di crema di nocciola, pralina, e dark chocolate.
un vero soul food, che ti fa cominciare la giornata proprio con un altro spirito.
ora, qui a Londra (tutte le foto precedenti erano di quello di NY) l'ho visto aprire settimana scorsa anche a Covent Garden quindi se vi capita passateci anche solo per un caffè perchè ne vale proprio la pena.
Io, da solitaria e meditatrice che sono, ho evitato il caos e ne ho scelto uno più piccolo e familiare, per questa volta, a HighGate Village...

o se non altro, date un'occhiata a www.lepainquotidien.com perchè anche il sito merita davvero...


3 commenti:

LaMonia ha detto...

Adoro Le Pain Quotidien... anch'io l'ho scoperto a New York proprio vicino a Central Park (vicino a Columbus Circle). Penso che sia in effetti uno dei ricordi più belli della mia vacanza nella grande mela (maratona a parte). Che voglia di rivivere una bella colazione da Le Pain Quotidien... ma non possiamo aprirne uno in Italia?

Veronica ha detto...

ciao! non ci conosciamo vero?
ho visto che pure tu hai un blog...tempo di finire di mangiare e ci do un'occhiata, sono curiosissima :)
eh, le Pain quotidien è meraviglioso.
adesso a Londra ne hanno aperti una decina e ho fatto domanda di lavoro, speriamo..
sarebbe meraviglioso in Italia...
lo apriamo io e te?

LaMonia ha detto...

Si, sarebbe fantastico in Italia. Ok io ci sto lo apriamo io e te, aggiudicato!!!
No... non ci conosciamo.
Ho trovato il tuo blog leggendo i commenti a Sigrid. Il titolo del tuo blog è molto carino, ieri ne ho anche parlato con il mio ragazzo dicendogli che potrei anch'io aprire un blog di cucina e chiamarlo "Cucinopertestupidino"... ovviamente scherzo, non lo farei mai in rispetto al tuo blog!
Il mio blog non ha un argomento preciso, molto semplicemente parla di me e delle mie passioni.
Grazie per il commento che mi hai lasciato! I biscotti ieri sera li ho fatti, poi pubblico...
In bocca al lupo per il lavoro a Le Pain Quotidien!!!