giovedì 21 ottobre 2010

Risotto ai funghi porcini e zafferano


premetto subito che questa volta a malincuore mi sono dovuta appropriare di una foto non mia, anche se il risultato è praticamente lo stesso. anche il mio risotto era giallino e perfetto come questo..solo che vivendo con altre cinque persone che spesso diventano otto se come ieri si aggiungono anche svariati morosi e amiche, non è sempre possibile avere una luce perfetta, e soprattutto lo spazio per potersi mettere li nel bel mezzo del pranzo a fotografare il cibo che si andrà a mangiare altrimenti gli altri che sono li con le braccia conserte aspettando con un fucile che ti finisca e ti alzi potrebbero decidere di ucciderti.

Anticipata questa breve premessa, era da un mese che avevo comprato i funghi porcini secchi e siccome ieri c'erano su sia Luca che un'amica della mia coinquilina ho deciso di mettermi ai fornelle e preparare un bel risottino....dopotutto ho avvisato tutti che questo sarà l'inverno dei risotti :)
l risultato è stato molto soddisfacente...anche se Scordiamoci i preparati pronti knorr che fra universitari vanno sempre per la maggiore. I risotti che tu prepari sono sempre una spanna sopra (per i palati delicati) e per quelli rozzi invece risultano più gustosi gli altri perchè si, in effetti sono bombardati di insaporitori e esaltatori che li rendono gustosi ma dei porcini nemmeno l'ombra...è anche una ricetta molto leggera in quanto non ci va burro per mantecare il risotto e se ne usa davvero pochissimo...
passiamo al procedimento:.

Ingredienti per 2 persone:
180 g di riso Carnaroli
25/30 g di porcini secchi
mezzo scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco secco
parmigiano stagionato grattugiato (originale, non fate i barboni :))
burro
1 cucchiaino di aceto balsamico
1 bustina di zafferano in polvere
Olio extravergine di oliva
Brodo vegetale (io ho usato quello di carne)

Ammollate i porcini secchi in 2,5 dl di acqua tiepida per 15 minuti. Strizzateli e servendovi di un colino a maglie fitte, filtrate la loro acqua conservandola da parte. Trasferite i funghi in una padellina antiaderente e fateli rinvenire cuocendoli per 5 minuti insieme ad un filo di olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di vino bianco e 1 cucchiaino di aceto balsamico e un pizzico di sale...
Scaldate il brodo al quale unirete l’acqua dei funghi.
Tritare poi lo scalogno finemente e farlo rosolare a fuoco dolce in una casseruola con una noce di burro e un po’ di olio, quindi alzare la fiamma e aggiungere il riso, che farete tostare per 2 minuti circa, mescolando con un cucchiaio di legno.
Versate il vino bianco rimasto e fatelo evaporare, poi portate a cottura il risotto aggiungendo un mestolo di brodo caldo per volta, sempre rimestando con cura per non farlo attaccare (bisogna rimestare tutto il tempo della cottura altrimenti si attacca al fondo, non si deve perdere di vista un minuto)
Conservare circa due cucchiai di brodo e utilizzatelo per stemperare lo zafferano in polvere in una piccola ciotola.
Cinque minuti prima della fine della cottura unire lo zafferano e amalgamatelo al riso. Quando sarà cotto, spegnete il fuoco, aggiungete i funghi, mantecate con il parmigiano grattugiato e mescolate ancora. Lasciate riposare per qualche minuto a coperchio chiuso, cospargete con alcune scaglie di parmigiano e servite immediatamente..

Buon appetito!

Nessun commento: