sabato 23 ottobre 2010

casa dolce casa...




uno di motivi per cui torno sempre volentieri a casa è la consapevolezza che passerò del tempo da sola...detta così potrebbe suonare fatale, ma in realtà è proprio così.
sono una persona che ha sempre ricercato un pò di solitudine...non certo l'isolamento, ma ecco...ho bisogno dei momenti della giornata interamente per me e nessun altro, e a Bologna non è sempre possibile, sia per gli impegni sia per il fatto che viviamo in sei sotto un tetto e bene o male in casa e intorno c'è sempre qualcuno (che spesso è anche un bene)...
e una delle cose che appunto mi piace fare in questi momenti è cucinare, con calma, con il mio stereo di sottofondo, e nessun altro intorno...
quando torno a casa so per certo che la mattina sarò da sola, mia mamma è a scuola e mio babbo ha sempre qualche nuovo sport da praticare...ogni mattina mia mamma mi sveglia alle sei e mezza (che tanto da agosto in poi più in la delle sei non dormo mai) e facciamo colazione insieme, poi mentre lei si prepara mi concedo altri venti minuti di letto e divento subito operativa. Ieri mattina, non ancora pienamente spuntato il sole mi sono portata a vanti, facendo alcune prove per i regali di Natale alle persone a cui tengo di più...l'anno scorso avevo preparato un cestino meraviglioso (e me lo dico da sola :) con i biscottini alla cannella e le scorzette d'arancio, baci di dama e tanto altro...poi posterò una foto.
Ho riprovato le scorzette (che da quando lavoravo da Cesari mia mamma non se l'è più tolte dal cuore) e ne ho fatte un centinaio...
si accettano altre idee per i cestini di quest'anno...qualcuno ha qualche bella idea per pasticceria secca/cioccolatini? e una buona ricetta di cantuccini?
Non vedo l'ora di avere il libro di Sigrid Verbert fra le mani...
SHARE:

Nessun commento

Template Created by pipdig