domenica 17 ottobre 2010

Sevilla, qué maravilla!






apenas regresada.
che dire...che meraviglia! Siviglia è davvero un piccolo gioiello, non saprei se definirlo spagnolo o arabo..restiamo in sospeso.
Sono stati due giorni meravigliosi in cui ho potuto riprendere con calma i miei ritmi..strano a dirsi ma sì, era da un bel pezzetto che non mi rilassavo come si deve, dedicandomi solo a quello che mi piace e senza pensieri.
Due giorni soleggiati e caldi..il sole aiuta sempre a vedere tutto più chiaro, nel vero senso della parola...e SOBRETODO, è stata una soddisfazione vedere che la Spagna studiata sui libri esiste davvero...mi spiego meglio... studio Lingue all'università e il primo anno ci avevano dato da leggere per imparare la lingua, tanti articoli sulla spagna e spagnoli, su tradizioni e costumi. Si descriveva la Spagna come un paese soleggiato e sempre allegro, da qui il "Sonrie, estàs en España" e gli spagnoli come gente allegra e che si sa godere la vita, in poche parole. E soprattutto, essendo io appassionata di cucina, avevo da anni immaginato queste meravigliose Tapas di cui tutti i libri parlavano.
Fatto sta che l'anno scorso sono stata a Madrid per 5 giorni, sempre in questo periodo. Di Tapas nemmeno l'ombra, spagnoli un pò scorbutici e città non proprio come me l'aspettassi. Ero rimasta molto delusa, essendo lo spagnolo la lingua che preferisco. E invece, felicissima di scoprire che questa parte di Spagna esiste davvero...è l'Andalucìa e tutto il Sud...
i prossimi giorni posterò un pò tutto con calma, tapas y otro... ora vado a riposarmi un pò e a leggermi Come, Reza, Ama...Eat Pray Love per capirci, di Elizabeth Guibert. a prestissimo...
SHARE:

Nessun commento

Template Created by pipdig