lunedì 12 aprile 2010

Friday? Borough Market, a raimbow of colours...





Oggi ho proprio voglia di scrivere...in realtà oggi sono proprio iperattiva.
Sarà la primavera e l'ansia da esami alle porte che mi rende strana.
A volte felice e contenta, salterellante e gioiosa, altre volte triste e catastrofica tanto che chi mi sta vicino non sa proprio cosa inventarsi per tenermi su il morale.
Tornando a Londra, non posso non dedicare almeno un post al Borough Market, grande mercato che si tiene every Friday and Saturday in the morning a London Bridge.
Sin dalla prima volta a Londra me l'ero messa nei promemoria alla voce "Places to see" poi quando i miei tre cavalieri mi sono venuti a trovare (0mar, Lory e Michi, gli stessi di Ny, ndr) Michi ci ha portati a questo mercato vicino a London Bridge di cui non ricordava il nome e, ero li. questa era più o meno la mia espressione O.O ed è quella di ogni volta perchè sembra di tornare a una fiera paesana, solo molto grande, e interamente e unicamente di cibo. E soprattutto multietnica.
è meraviglioso perdersi fra quei profumi, quei colori.
ci sono profumi da tutto il mondo, stand da tutto il mondo con le cucine più disparate e ognuna con i suoi prodotti. Stand greci, arabi, vegetariani, vegani, tedeschi, specialità spagnole, e con mia grande curiosità, ci ho trovato pure i frati di Camaldoli, piccoli produttori delle mie parti.
e passi dall'assaggio di un formaggio Camembert a una salsa strana, a un frullato di rabarbaro al dulce de leche, da dolci di ogni tipo a salsicce...
quello che più mi piace oltre all'atmosfera, che è impagabile, sono i colori della frutta e verdura.
Sono sempre stata attratta da questo, dai colori, vera essenza della natura.
Distese di arance, peperoni...funghetti marroncini e violetti, a really raimbow of colors...è buffo vedere che all'ora di pranzo invece di trovarci vecchiettine con la busta della spesa e il fazzolettino in testa come ci si aspetterebbe , essendo situato a London Bridge nel cuore sella City, tu, turista sognatore, ti ritrovi in fila allo stand delle salsicce circondato solamente e unicamente da uomini in giacca e cravatta e donne elegantissime che consumano allegramente il loro lunch time.
e fra questi, appunto...due turisti sognatori...

1 commento:

didithegeek ha detto...

fry sei più brava di me ormai:-D